Iscriviti alla mailing list per conoscere eventuali appuntamenti del GrAM per osservare questi eventi
 

La mia passione per l'astronomia è nata a fine degli anni 70 quando appena quattordicenne osservai per la prima volta il pianeta Giove ad occhio nudo. Fui folgorato perché fino ad allora pensavo che nel cielo si potesse vedere solamente solamente le stelle ad occhio nudo. Da lì in poi con grande curiosità  ho iniziato a scrutare la volta celeste cercando di individuare i vari corpi celesti.

A metà degli anni 80  insieme a degli amici appassionati come me abbiamo fondato il " GrAOP "gruppo astrofili dell'osservatorio di Piazzano (Empoli)  ma con sede in vari luoghi di Firenze. Negli anni successivi l'associazione ha continuato a crescere diventando poi negli anni 90 la  "SAF"  Società Astronomica Fiorentina di cui praticamente ne ho fatto parte fino al 2005. Successivamente sono passato ad un'altra associazione che mi ha fatto crescere molto dal punto di vista di conoscenza di astrofotografia con ccd . Questa associazione chiamata  col nome di " Torre Luciana " con sede proprio a Luciana nel comune di San Casciano val di pesa, mi ha permesso di conoscere persone amanti del cielo come me, veramente eccezionali. E' stato un periodo bello ed ho anche ricoperto due vote l'incarico di consigliere.  Da qui dopo ben 7 anni di attività ed a causa di varie vicissitudini  sono migrato nel  2013  a Montelupo fiorentino nell'odierna  Gram (gruppo astrofili di Montelupo fiorentino) conoscendone  già dai tempi  remoti del GrAOP l'attuale  presidentessa e fondatrice dell' associazione, Maura Tombelli. Attualmente lavoro in questo gruppo e mi occupo  principalmente di astrometria degli asteroidi e comete presso l'osservatorio astronomico Beppe Forti di proprietà e gestione dal GrAM.  Recentemente l'osservatorio ha ottenuto il codice MPC indispensabile per poter collaborare a livello ufficiale con i professionisti del MPC "minor planet center" un'organizzazione di ricerca dell'unione astronomica internazionale che si occupa principalmente di misurare e catalogare tutti gli oggetti minori del sistema solare monitorando quelli che possono presentare una minaccia futura per la Terra.  Oltre a questa attività se mi rimane del tempo mi piace anche fare riprese deep sky e planetarie con sistemi digitali. Ultimamente però la mia attività è solo di astrometria. Sono anche un felice possessore di un Dobson da 30 cm per l'osservazione in visuale.
Non disdegno neanche un certo interesse ai fenomeni  Ufo  e  alla  ricerca di una spiegazione e comprensione ai misteri che tali fenomeni hanno sull'uomo. Mi affascinano molto gli argomenti sulla ricerca spirituale nei campi dell'esoterismo e dell'occulto, senza eccedere troppo in branchie al di fuori di questa materia.
In passato ho anche posseduto una piccola stazione astronomica  situata in localita' Firenzuola ora non più attivo, ma la sua strumentazione è utilizzata ancora oggi al Beppe Forti di Montelupo in attesa dello strumento principale che si spera arriverà.

Da Firenze praticamente non osservo più....

Ricordo quando in gioventù andavo spesso alla ricerca di un buon sito nei dintorni di Firenze per osservare il cielo, ed incontravo in questo girovagare di notte con il telescopio molte persone che mi  fermavano e mi chiedevano incuriositi "Sei un astrofilo? Ma cos'è un astrofilo, a cosa serve un astrofilo"....  
  
Ed io rispondevo ....
L'astrofilo è una persona che ha trovato una certa ammirazione per le meraviglie  del cielo e tenta di rispondere ai grandi quesiti che l'umanità si domanda sin da i suoi albori. Domande che sono del tipo: Perchè siamo qui? Perchè esistiamo? Dove siamo? Siamo soli nell'universo?
L'astrofilo che scruta ed osserva il cielo è colui che cerca di rispondere a queste domande, scrutando il cielo profondo alla ricerca della verità.
L'astrofilo è anche una persona un pò strana..misteriosa.. pieno di energia, capace di stare intere notti a contemplare le meraviglie del cielo, sfidando il freddo e situazioni difficili e girovagare con il suo telescopio, acquistato con grossi sacrifici, alla ricerca di posti tranquilli dove il cielo è ancora buio e pulito....Allora mi chiedono:"Ma chi te lo fa fare a stare la notte, magari al freddo gelido, lontano da casa nel buio  ad osservare il cielo?"
Questo può essere spiegato solo dall'emozione dell'osservazione; andando in lungo e in largo per osservare per esempio un pianeta, una nebulosa o un ammasso di stelle....sono emozioni difficili da spiegare a parole


Con Margherita Hack










 
 
  Site Map