Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

Viaggio in Egitto
per l'eclissi totale di Sole del 29 marzo 2006
giza

fase totale

Il 25 marzo del 2006 è stato un giorno memorabile per me è per molti astrofili italiani. L'inizio di un viaggio agognato da molto tempo, un viaggio che ha le sue profonde radici da quella fatidica data che molti astrofili come me aspettava da anni. L'evento di uno dei fenomeni naturali più belli e affascinanti della natura, uno spettacolo incredibile ma purtroppo visibile in una zona ristretta e quindi per poche popolazioni , ma che è in grado di provocare una grande emozione anche alla persona più refrattaria alle meraviglie del cielo. Nessuna foto potrà mai trasmettere quello che si prova lì nel posto; quando stà per iniziare la totalità una strana sensazione ti avvolge, il paesaggio cambia colore , una strana atmosfera tutta intorno si fa surreale recandoti dei brividi  incontrollabili, la temperatura dell'aria cala vistosamente, il cielo, (siamo intorno alle 12:30) che pochi minuti prima era luminoso ed azzurro, ad un tratto si rende sempre più scuro. Calano le tenebre, ma non come alla sera, il cielo rimane più chiaro solo lungo tutta la fascia sopra l'orizzonte, ed in alto il Sole che fino a qualche istante prima della totalità era abbagliante ed impossibile ad osservare senza filtri, ecco che comincia a scurirsi, all' improvviso la sua luce non abbaglia più ed  appare  il disco del Sole nero come la pece avvolto dalla sua corona che si diffonde con una luce argentea fredda quasi a raggiera più spessa nelle zone equatoriali del Sole. Una tragedia cosmica, ecco cosa potevano pensare gli antichissimi popoli che improvvisamente assistevano ad un fenomeno del genere non conoscendo la causalità.
Poi alla fine della totalità ecco apparire un altro fenomeno, il cosidetto anello di diamante. Il Sole infatti durante la totalità ha l'aspetto di un anello, causato dalla corona solare intorno alla Luna, poi quando il primissimo frammento di fotosfera fuoriesce dal lembo lunare ecco apparire il diamante. Per pochi secondi sembra appunto di osservare un anello con un bel diamante brillare nel cielo.

La qualità delle foto non sono un granchè, le riprese dell'eclissi sono eseguite con una comune reflex non digitale dotata di un tele da 300mm tamron. Ad eccezione di quella  iniziale realizzata da mia figlia Katia accostando una macchina digitale all'oculare del binocolo 20x80.

Un esperienza condivisa con mia moglie Gloria e
mia figlia Katia ed a molti simpatici ragazzi conosciuti in viaggio, che come me porteranno con se questo bel ricordo.
                
                                                      
                  1    234667


Cosa migliore che abbinare questo viaggio per l'eclisse è conoscere  uno dei posti più meravigliosi del mondo, visitare le piramidi, penetrare all'indietro degli albori della civiltà umana,con i suoi misteriosi monumenti i templi, le tombe, visitare le antiche città faraoniche di Tebe, Luxor e poi via per una breve crociera sul Nilo ma non prima di aver visitato il museo egizio del Cairo e la piana di Giza. E poi via per centinaia di chilometri in pulman nel deserto per raggiungere la nostra tendopoli nei pressi della cittadina di Saloum dove assistere  all'eclisse.



891011



Un ringraziamento particolare va al sig. Marzio Lauto con la sua prestigiosa agenzia viaggi Timon a la via per l'impeccabile organizzazione curata nei minimi particolari, ed infine un ringraziamento alla UAI  che ha promosso questo viaggio.

Non dimenticherò mai questo viaggio, che mi ha fatto conoscere amici come Sergio, Tina, Costantino, Fabrizio, Giacomo, Massimo,  Francesca,Piero, Maria  e molti altri.

 
 
  Site Map